Eventi Vintage – Lo spettacolo al tempo del proibizionismo

Sicuramente uno degli eventi vintage più apprezzati è quello che ci riporta agli anni 30 ne periodo del proibizionismo e agli anni subito dopo la sua fine.

Quando sarà la prossima serata a tema anni 30?

La data è fissata per il 21 Febbraio dalle ore 22:00 all’Urbe di Urbisaglia (Macerata), un locale che da sempre propone eventi con musica live, con una grande cura dei dettagli e del buon bere.
Per la Vintage Night infatti si è cercato di ricreare un bar, che negli anni del proibizionismo erano chiamati speakeasy, dove gli alcolici erano fuorilegge e dove vennero ideati numerosi cocktail.

CONTATTACI ORA clicca su: +39 339 176 1176

Cos’è il proibizionismo e dove è nato?

Per proibizionismo s’intende il periodo storico che va dal 1919 e il 1933, e nasce tramite il XVIII emendamento di Valstead Act negli Stati Uniti D’America, con questo atto venne bandita la fabbricazione, trasporto importazione e vendita dell’alcool.
Per questo motivo da 1920, nella sola New York i bar si moltiplicarono fino a raggiungere quota 32 mila, più del doppio dei bar presenti prima dell’entrata in vigore del divieto. Nei bar da quel momento per entrare era necessaria la parola d’ordine.

CONTATTACI ORA clicca su: +39 339 176 1176

Perchè oggi si parla di proibizionismo?

Il fascino dell’epoca ha fatto si che nel mondo oggi, si sono invece moltiplicati non solo i bar segreti ma anche serate a tema come la “VINTAGE NIGHT” che si caratterizza nei costumi di scena indossati da chi serve al bancone, dalla musica Swing suona live, dall’esibizione sensuale ed ironica  di Burlesque ed infine da suggestivi cocktail.

CONTATTACI ORA clicca su: +39 339 176 1176

Quali sono i cocktail più famosi del proibizionismo?

  • Southside cocktail anche detto Twenty-one Club – ricetta: 6 parti di Dry Gin, 2 di succo di lime, 2 di sciroppo di zucchero , 7 foglie di menta
  • Sidecar – ricetta: 8 parti di cognac, 2 parti di Cointreau o Triple sec, succo di limone da mescolare in shaker riempito fino a metà di ghiaccio. Successivamente filtrato e rigorosamente servito in un bicchiere col bordo inzuccherato. Guarnito da una buccia di limone
  • Mary Pickford – ricetta: Rum, succo d’ananas, Maraschino e granatina
  • French 75 – ricetta: 3 cl di gin, 1,5 di succo fresco di limone, 1 cucchiaino di zucchero, 6 cl di Champagne: versare il tutto nello shaker con molto ghiaccio, agitatere con forza per 10 secondi e versate in una flûte, versare poi Champagne fino colmare il bicchiere. Una fettina d’arancia come decorazione.
  • Bronx – ricetta: mettere nello shaker 4/10 di gin,  2/10 di vermouth rosso e 2/10 di vermouth dry ed infine il succo d’arancia. Da servire nella coppetta da Martini senza guarnizioni.
  • Pink Lady – ricetta: 2/3 di gin, un albume e succo di limone 1/3 di sciroppo di granatina.: da mettere in shaker agitando a lungo. Decorare con la scorza di un limone o con una ciliegia candita e da servire su coppetta Martini.

CONTATTACI ORA clicca su: +39 339 176 1176